Sconto del 10% sui saldi di Capodanno! + Spedizione gratuita in tutto il mondo

Un culto di una croce: cosa significano le croci nella cultura gotica

Il gotico gocciola con vari simboli. Alcuni rivelano il lato romantico di questa cultura, ad esempio rose o vetrate, mentre altri mostrano una natura oscura e spaventosa del gotico. Uno dei simboli più diffusi in cui possiamo vedere gioielli gotici d'argento sono croci. E non solo le solite croci cattoliche, ma un'intera dispersione di simboli a forma di croce che provenivano da culture ed epoche diverse. Osserviamo più da vicino i diversi tipi di croci adottati nella cultura gotica.

Croce cattolica

La croce latina è il simbolo cristiano più comune nel mondo occidentale. Significa la croce su cui Cristo fu crocifisso; quindi ha un nome diverso - Crocifissione. Gli altri suoi nomi sono la croce dell'Occidente, la croce della Vita, la croce della Sofferenza.

Questa forma, così simile a una persona che allargò le braccia, simboleggiava Dio in Grecia e in Cina molto prima dell'avvento del cristianesimo. Una croce che sorge dal cuore significava gentilezza tra gli antichi egizi.

La croce lunga è un altro nome per la croce latina. Nel Medioevo, i sacerdoti hanno segnato una croce nel libro in cui dovevano attraversare se stessi.

Croce rovesciata o capovolta

Questa croce è la più tipica per i satanisti o per quelli che si definiscono tali. Il fatto che la croce sia invertita è spiegato come una perversione dell'idea di una croce di Dio, una parodia di Dio e il suo simbolismo. Una croce latina regolare, con quattro finali, simboleggia Dio Padre; le due parti sono il Figlio e lo Spirito Santo e la quarta, la parte inferiore, significa Satana. Capovolgendo la croce, la gente mise il Diavolo sopra la Santissima Trinità, sminuendola così.

In effetti, la croce invertita è direttamente collegata a uno dei santi più venerati, l'apostolo Pietro. La croce di San Pietro è il secondo nome di questa croce. Secondo la leggenda, durante il regno di uno dei più zelanti persecutori delle prime idee cristiane dell'Imperatore Nerone, San Pietro fu crocifisso nel 65 d.C. su una croce con questa forma. Si dice che un tale modo insolito di morte, o piuttosto un'arma della morte, sia stato scelto dallo stesso Pietro come punizione per un triplo tradimento di Cristo.

Tau Cross

Prende il nome dalla lettera τ dell'alfabeto greco. Il "tau" greco ha origine dal fenicio e significa "un segno, un segno". Gli antichi egizi usavano il segno T per simboleggiare sia la fertilità che la vita. Combinato con un cerchio, il simbolo dell'eternità, divenne un "ankh" - un segno di vita eterna. Nell'alfabeto ebraico, T era l'ultimo simbolo, e quindi iniziò a significare la fine del mondo. Simboleggiava anche la salvezza degli israeliti quando l'Angelo della Morte attraversò l'Egitto per distruggere i primogeniti. Ciò ha reso T un segno comune di protezione.

I nomi alternativi di tau-cross sono la croce egizia o la croce di Sant'Antonio. A causa delle somiglianze con una forca, è anche chiamata la "croce della forca". Alcune persone credono che questa fosse la forma reale della croce su cui Cristo fu crocifisso.

celtic Cross

È un simbolo di chiaroveggenza e assistenza nel suo sviluppo. La croce celtica è talvolta chiamata la croce di Giona o la grande croce. Il cerchio simboleggia sia il sole che l'eternità. Questa croce, che apparve in Irlanda prima dell'VIII secolo, probabilmente proviene dal Chi Rho, il monogramma delle prime due lettere di Cristo scritto in greco. Questo fatto divenne il prerequisito per la diffusione della croce come simbolo di Cristo. Questa croce è spesso decorata con intagli, animali e scene bibliche, come la caduta dell'uomo o il sacrificio di Isacco.

più vecchio
post più recente

I più venduti

Chiudi (esc)

SALDI DI NUOVO ANNO!

SCONTO DEL 20% SALDI DI NUOVO ANNO!

+ Spedizione gratuita per tutti gli articoli

Verifica dell'età

Facendo clic su Invio si sta verificando di essere abbastanza grandi da consumare alcolici.

Ricerca

Carrello

Il carrello è vuoto.
Acquista ora